Secondi piatti

Pampanella Molisana

pampanella

Ci sono cibi che vi ricordano le feste di paese? Se mi fermo a pensare al mio paese e alle sue feste patronali, tra luminarie, processione, torrone, bancarelle con le noccioline, uno è il sapore che più me le ricorda quello della “Pampanella”, una specialità molisana tipica di San Martino in Pensilis in provincia di Campobasso.

Questo piatto tipico a base di carne di maiale condita con un mix di peperoncino dolce e piccante, aglio e sale viene cotto in forno per diverse ore e venduto ancora bello caldo a pezzi oppure, come ottimo street food, a farcire croccanti panini.

Ed è proprio alla  versione panino che ho legati i  ricordi più belli, quelli della colazione/merenda a metà mattina quando andavo con mio papà, commerciante ambulante, alle varie ferie e c’era il panino con la pampanella ( o con la porchetta ) come spuntino.

Quando si vive lontani da casa, come me, sono varie le cose che si vorrebbero mangiare e se non puoi uscire a comprarle l’unica cosa è farsele da sé, ed eccomi qui a spiegarvi come ho fatto a portare in casa i sapori dei miei ricordi.

Cosa ne dite? Curiosi di assaggiare la pampanella?

Cucinate con me!!!

  • Difficoltà: Bassa
  • Preparazione: 20 minuti ( più 6/7 ore marinatura )  
  • Cottura: 5 ore
  • Costo: Basso

pampanella

Ingredienti

  • Pancetta di maiale con costolette
  • Peperoncino secco piccante q.b.
  • Peperoncino secco dolce q.b.
  • Aglio 4 spicchi
  • Sale q.b.
  • Acqua q.b.
  • Aceto di vino bianco ( facoltativo )

Procedimento

  1. Iniziate preparando la miscela che servirà a condire e dare sapore alla pampanella, macinate l’aglio insieme al sale e al peperoncino (dolce e piccante).
  2. Incidete la carne vicino alle costolette senza andare troppo in profondità, cospargete la carne con il mix preparato precedentemente e lasciate riposare 6/7 ore o per la notte.
  3. Accendete il forno a 200° e lasciatelo scaldare.
  4. Mettete la pampanella in una teglia e aggiungete un bicchiere d’acqua, coprite  con carta da forno bagnata e alluminio.
  5. Cuocete per un’ora a 200° , per 2 ore a 180° e per altre 2 ore a 160°, aggiungendo acqua in caso di bisogno.
  6. Sfornate tagliate e servite con insalata, patate o come ho fatto io all’interno di un panino accompagnato da una birra fredda.

Note

   La ricetta originale vuole l’aggiunta di una spruzzata di aceto a fine cottura ma io non l’ho aggiunto per gusto personale

    Se vi piacciono le mie ricette continuate a seguirmi e cucinare con me lasciando un like alla mia pagina facebook   cliccando qui.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply