Browsing Category

RICETTE EMILIANE

    RICETTE EMILIANE

    Tigelle

    tigelle

    Tra le varie pietanze che ho scoperto da quando vivo in Emilia ci sono le Tigelle o Crescentine, piccole focacce tipiche della zona appenninica emiliana, in particolar modo tra le province di Bologna e Modena, perfette da accompagnare ai salumi e ai formaggi che questa splendida regione offre.

    Le crescentine sono conosciute erroneamente con il nome di tigelle, infatti la tigella era lo strumento usato per cuocere le tigelle, e consisteva in dischi cotti e temperati sotto la cenere ardente, oggi si trovano le tigelliere in alluminio ( quella che utilizzo io) per la cottura sul piano a gas o alcuni modelli elettrici simili a tostapane.

    Per prepararle servono pochi ingredienti e sono ottime da servire ad una cena tra amici, come sostituto del pane, per la merenda dei bambini, perfette da accompagnare a salse,salumi formaggi e creme dolci…

    Questa che vi propongo è la variante con olio di oliva, la ricetta classica vuole all’interno dell’impasto lo strutto.

    Allora cosa ne dite? volete fare un salto in Emilia? cucinate con me!!!

    • Difficoltà: Bassa
    • Preparazione: 2,30 ore
    • Cottura: 7 minuti
    • Porzioni: 27/30 pezzi
    • Costo: Molto Basso

    Ingredienti

    • Farina 00 1 kg
    • Olio Di Oliva 50 g
    • Latte 1 bicchiere
    • Acqua 2 bicchieri
    • Lievito Di Birra Fresco (1 cubetto) 25 g
    • Sale q.b.
    • Rosmarino (tritato fresco) 1 pizzico

    tigelle

    Preparazione

    Per preparare l’impasto delle tigelle potete utilizzare una planetaria o impastare a mano e preparare l’impasto sulla classica spianatoia in legno.
    1. Iniziate quindi sciogliendo il lievito in 1/2 bicchiere d’acqua tiepida, unitelo alla farina insieme agli altri ingredienti in quest’ordine aggiungere l’acqua, il latte, il lievito sciolto, il sale, il rosmarino tritato finemente e l’olio e lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto elastico ed omogeneo.
    2. Mettete l’impasto a riposare in una ciotola coperto con un canovaccio umido e lasciate lievitare per un’ora.

      Trascorsa l’ora riprendete l’impasto e lavoratelo con le mani e fate riposare ancora per 30 minuti, questo servirà ad ottenere delle tigelle soffici.

    3. Passati i 30 minuti di riposo stendete l’impasto con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia con spessore di circa 5 mm, con l’aiuto di un bicchiere o di un taglia pasta ricavatene dei dischi dal diametro di circa 10 cm (solitamente sono le misure adatte alla classica tigelliera).

    4. Mentre le tigelle lievitano ancora per 15/20 minuti circa, riscaldate la tigelliera da entrambi i lati per qualche minuto ed imburratela.Inserite all’interno i dischi di i dischi di impasto e chiuderte il coperchio.Lasciate cuocere per circa 5 minuti girando la tigelliera di tanto in tanto e controllando che la superfice delle tigelle assuma un bel colore dorato.
    5. Servite le tigelle ben calde, per evitare che il calore si disperda servitele in un cestino avvolte in un panno asciutto.

      Potete farcire come preferite ( salumi, formaggi a pasta molle, rucola, pomodorini, verdure grigliate, pesto modenese ma anche in versione dolci, con marmellate, creme e Nutella ) lasciate libero sfogo alla vostra fantasia e al vostro gusto, vedrete saranno un successone.

      Note

      Volete preparare un crema da accompagnare alle tigelle?

      Provate la mia crema di peperoni spalmabile , se invece volete dargli una nota “messicana” potete servirle con la salsa guacamole… date libero sfogo alla fantasia.

      Se vi piacciono le mie ricette continuate a seguirmi e cucinare con me lasciando un like alla mia pagina facebook cliccando qui.